Logo it.brilliant-tourism.com
Un difensore della disabilità offre consigli agli agenti di viaggio

Un difensore della disabilità offre consigli agli agenti di viaggio

Anonim

Il CDC ha riscontrato che un adulto americano su quattro ha una disabilità fisica e / o mentale. Sono 61 milioni di americani.

Le possibilità di lavorare con clienti con disabilità sono elevate e la domanda è: sei pronto a gestire le loro esigenze di viaggio?

Altro agente di viaggio Tokyo, bay, bridge, japan

Una guida dell'agente di viaggio alle Olimpiadi di Tokyo 2020

Jessica Cox, keynote speaker for PowerSolutions National 2020

CCRA Travel Commerce Network annuncia Keynote Speaker …

The US Capitol Building in Washington, DC during winter

ASTA si unisce alla coalizione incoraggiando più vincite di CBP in …

A meno che tu non sia cresciuto da solo con una disabilità o abbia avuto un parente stretto con una disabilità, potrebbe sembrare difficile comprendere tutte le sfide che i viaggiatori con disabilità devono affrontare e ciò di cui hanno bisogno da te come agente di viaggio per fare le loro vacanze piacevole.

Abbiamo parlato con Craig Kennedy, che lavora come consulente per la disabilità e formatore presso la Open Doors Organization, che ha condotto studi sui viaggiatori con disabilità (più recentemente nel 2015).

Vanta oltre 20 anni di esperienza nel settore dei viaggi e del turismo per disabili e, in quanto co-fondatore di Access Anything, non avremmo potuto trovare una persona migliore per discutere di come gli agenti di viaggio possano aiutare meglio i viaggiatori con disabilità.

TravelPulse: quali sono i maggiori ostacoli che i viaggiatori con disabilità (fisiche e / o mentali) possono affrontare?

disabilities, plane, blind, visual impairment

Kennedy: i maggiori ostacoli che devono affrontare i viaggiatori con disabilità sono in genere legati all'accesso fisico, alla mancanza di informazioni accurate sull'accessibilità e ai problemi con i viaggi aerei. Anche se l'American with Disabilities Act (ADA) ha quasi 30 anni, i viaggiatori con disabilità spesso incontrano barriere fisiche nei trasporti, negli alloggi e nelle attrazioni turistiche.

Ad esempio, le navette degli hotel dagli aeroporti sono raramente accessibili e in molti luoghi è molto difficile trovare un servizio in grado di trasportare una carrozzina elettrica. Se ti attieni alle grandi catene alberghiere, l'alloggio è di solito una buona esperienza, ma trovare una doccia a pavimento ben progettata, anche nelle principali catene alberghiere, può essere una sfida.

E, mentre il trasporto aereo è ancora il metodo di viaggio preferito per il grande pubblico, le persone con disabilità spesso preferiscono prendere il proprio veicolo poiché molti hanno avuto una brutta esperienza durante il viaggio in aereo. La maggior parte di questi problemi è incentrata su attrezzature per la mobilità rotte o danneggiate.

TravelPulse: Quali sono alcuni modi in cui enti turistici, compagnie turistiche, compagnie aeree, hotel stanno lavorando per essere inclusivi di viaggiatori con capacità diverse?

Kennedy: Viaggiare con disabilità è decisamente migliorata negli ultimi dieci anni. Sempre più catene alberghiere si stanno concentrando sulle esigenze dei loro ospiti con disabilità con servizi come ascensori per piscine, letti a telaio aperto e camere dal design migliore che dispongono di armadi ribassati e docce con accesso per sedie a rotelle.

Le compagnie aeree stanno lentamente migliorando nell'accogliere anche i viaggiatori con disabilità. La maggior parte delle principali compagnie aeree ha ora una sorta di comitato consultivo per le disabilità composto da persone con diversi tipi di disabilità che lavorano direttamente con la compagnia aerea per migliorare politiche e procedure.

Inoltre, Open Doors Organization (ODO) ha svolto attività di formazione sulla disabilità e consulenza con corrieri nazionali ed esteri per quasi 20 anni per assicurarsi che merci e servizi siano accessibili.

shower, disabilities, accessible

Il prossimo grande passo è ottenere più buy-in dagli enti del turismo statali al fine di iniziare la pubblicità per il mercato della disabilità che rappresenta quasi un quinto della nostra popolazione ed è il più grande mercato del turismo non sfruttato al mondo.

Abbiamo lavorato con I LOVE NY, la divisione del turismo dello Stato di New York, su un'iniziativa per il turismo accessibile e speriamo in ODO che questo sarà lo stimolo per altri Stati a seguire l'esempio.

TravelPulse: hai qualche consiglio per gli agenti di viaggio su come potrebbero discutere meglio le capacità di un viaggiatore e come può essere correlato al loro viaggio?

Kennedy: Il miglior consiglio che posso dare agli agenti di viaggio è quello di assicurarsi che ricevano quante più informazioni possibili da potenziali clienti sulle loro esigenze specifiche.

Se i clienti sono riluttanti a condividere determinate informazioni, assicurati di assicurarle che più informazioni hanno e meglio possono aiutarle. Basta non dare per scontato che tu sappia cosa è meglio per loro. Poni sempre molte domande perché la persona con disabilità è l'esperta di ciò di cui ha bisogno!

TravelPulse: Qualche consiglio che gli agenti di viaggio devono considerare quando prenotano un viaggiatore con disabilità?

Kennedy: La cosa migliore da fare è chiamare in anticipo e porre domande specifiche relative all'accesso. Le cose principali a cui prestare attenzione sono 1. Parcheggio accessibile e percorso di viaggio per raggiungere e attraverso l'ingresso principale. 2. Disponibilità di servizi igienici accessibili. 3. Accesso generale a beni e servizi.

wheelchair, hotel, bed, sleeping, accessible, disabilities

E se la persona con cui stai parlando al telefono "non è sicura" dell'accesso, chiedo sempre loro di andare a misurare la larghezza delle porte e altre cose di base. E in secondo luogo, devono esaminare cosa offre ogni attrazione in termini di sconti. Molti posti offrono sconti! Guarda anche cosa offre lo stato o il governo locale per quanto riguarda l'accesso gratuito ai parchi statali e nazionali, al campeggio, alla pesca, ai trasporti (paratransit), ecc …

Il trasporto pubblico è anche migliore in alcuni luoghi rispetto ad altri, quindi assicurati di esaminare l'accesso ai trasporti pubblici poiché molte persone con disabilità lo usano nella loro città natale.

TravelPulse: qual è la cosa più importante che un agente di viaggio dovrebbe considerare quando lavora con un cliente con disabilità?

Kennedy: mi vengono in mente due cose. Il primo è che è di vitale importanza fornire informazioni accurate al cliente. Se non conosci quella risposta a qualcosa, non indovinare! Ottieni le informazioni giuste sul posto. E se non sei sicuro al 100% dell'accesso da qualche parte, non dire che è accessibile.

Il modo più semplice per rovinare la vacanza di qualcuno è dare loro informazioni inesatte. E se ti senti come se fossi sopra la testa, allora consiglierei di inviare il cliente a un agente di viaggio specifico per la disabilità. Ce ne sono molti là fuori!